SONO USCITE LE NUOVE DATE!

rollup

COMUNICATO IMPORTANTE!

Reggia

L’Unesco Cycling Tour,l’esclusivo circuito ciclistico che permette di conoscere e assaporare gli splendidi siti patrimonio dell’Umanità con scenari paesaggistici e tesori d’arte unici al mondo,aggiunge un’altra importante tappa,la sfarzosa reggia di Caserta, con il suo parco Reale sarà sede di partenza della GF dei Borbone alla sua prima edizione.

Il territorio che un tempo fu Regno delle due Sicilie sarà lo scenario dei due percorsi di 135 e 90 km,con arrivo spettacolare nel borgo di Caserta Vecchia.

Tante saranno le novità per il 2018,tutte incentrate ad incentivare la partecipazione di gruppi e famiglie,visto che lo scopo del circuito è proprio quello turistico sportivo ed aggregativo che solo il ciclismo riesce a dare.Con le due ruote si possono conoscere, apprezzare territori,stringere le mani assaporare gusti e sapori,il tutto animato da motivazioni di carattere ambientalistico ed ecosostenibile.

Le prove saranno sei,partiremo da Ferrara (GF del Po) 11/03 di fronte allo splendido Castello medievale,ci trasferiremo a Caserta (GF Borboni) 15/04,due settimane e ci troveremo nel nordovest sulle Langhe a Bra (GF Bra Bra Specialized) 29/04,in un territorio ricco di sapori, solo un paio di giorni per ritrovarci a Verona (GF Luca Avesani) 01/05,altra novità, la new entry , questa splendida manifestazione, che attraverserà tutta la Valpolicella per ritornare nel salotto buono della città,di fronte all’Arena,  Piazza Bra sarà infatti sede di partenza e arrivo. Da nord ovest a nord est Cividale del Friuli (Corsa per Haiti) 13/05 con le sue splendide valli del Torre e Natisone.

Ultima bellezza da scoprire Urbino (GF Straducale) giugno,(da confermare la data) perla incontrastata del rinascimento Italiano. L’abbonamento per tutte le prove sarà di 120€ ma ci si potrà iscrivere entro il 27 aprile anche a solo cinque o quattro, sempre alla cifra di 20€ a manifestazione.

Sconti per squadre  ogni 7 iscritti  l’ottavo è gratuito e così via , rimborsi per i trasferimenti fino a 300€  con almeno 15 partecipanti.         Le premiazioni di quest’anno saranno in occasione del Cosmo Bike di Verona presso lo stand della GF Corsa per Haiti sabato 16 settembre.

Per info www.unescocyclingtour.it

 

COMUNICATO

Si comunica che per cause indipendenti all’UNESCO CYCLING TOUR, la prova di Verona è stata annullata,pertanto l’ultima valida rimane la STRADUCALE.

In virtù di questa situazione il comitato organizzatore ha deciso di premiare TUTTI i partecipanti al circuito,indipendentemente dal numero di prove sostenute.

Ci scusiamo con tutti gli atleti per il disguido venutosi a creare.


 

BENVENUTA GF HAITI!

Cividale del Friuli e le Valli del Torre e del Natisone hanno spalancato le proprie porte alla colorata e pacifica invasione delle biciclette, degli appassionati, degli amici della Corsa per Haiti, che tra sabato 20 e domenica 21 maggio hanno vissuto una due giorni indimenticabile. Un appuntamento irrinunciabile che sposa nel migliore dei modi la promozione di un territorio unico all’aspetto solidale che sempre contraddistingue gli eventi dell’Asd Chiarcosso Help Haiti.

Quasi mille partecipanti, quasi duemila persone se si considerano i volontari e i collaboratori che hanno lavorato in un’organizzazione che da mesi stava oliando gli ingranaggi per vivere una giornata da ricordare. I numeri della Corsa per Haiti, arrivata all’edizione numero 25, rappresentano in maniera efficace il successo che l’Asd Chiarcosso Help Haiti ha riscosso per una manifestazione che è ormai entrata nel novero degli appuntamenti classici per ogni ciclista e cicloamatore, friulano, italiano o proveniente da Oltre Confine. E funziona con estrema soddisfazione degli attori protagonisti l’aspetto della solidarietà, combinata con la concretezza del “Progetto Kay” che sta costruendo una struttura per ospitare le Bambine di strada, dando loro una casa, una educazione, una possibilità di crearsi un futuro migliore.

Sante Chiarcosso, il patron dell’iniziativa, ha parole d’elogio per quanto sia riuscita a fare la sua squadra, la sua struttura, di concerto con tutti coloro che hanno collaborato, a realizzare la manifestazione. Partita da Cividale, la regina delle Corse per Haiti, la Granfondo di 141 chilometri, per l’occasione accomunata a una mezzofondo di 84, ha portato la carovana degli amici di Haiti su strade conosciute già ai tempi dei Romani e poi dei Longobardi. Un territorio dalla bellezza meravigliosa, che nel giro di un paio d’ore di pedalate in mezzo ai boschi ha regalato ai partecipanti della Corsa per Haiti un tuffo nella natura più pura. Dai gioielli ducali del cividalesi, patrimonio dell’Unesco, alle ripide salite verso Montemaggiore, attraverso la delicata ed orgogliosa valle del Natisone, toccando paesi che paiono colorati quadri di pittori fiamminghi: Savogna, Montemaggiore, Cepletischis, Clodig, Drenchia, Crai, Tribil Stregna, Scrutto… Difficile per i ciclisti non innamorarsi di questi luoghi, come successe già dodici mesi fa, in occasione del passaggio del Giro d’Italia, capace di tingere di rosa ogni metro di asfalto sul quale i professionisti prima e gli amatori poi dopo sono passati.

Rientrando poi verso Cividale, chi si è fermato per il traguardo della Mezzo Fondo si è potuto perdere nell’abbraccio del “Villaggio Ospitalità”, nei pressi del palasport in via Perusini. Chi invece ha proseguito sul percorso completo della Granfondo, è andato alla scoperta delle Valli del Torre, salite meno aspre, ma considerate rasoiate di grande impatto dai ciclisti che, anno dopo anno, salgono a Faedis, Attimis Cima Porzus, Canebola, il Canal di Grivò e Valle, posti dove la storia recente e il ricordo delle sinistre vicende della Seconda Guerra Mondiale fanno da contrasto a un territorio di rara bellezza, immerso nel verde, quasi disegnato da un artista che voglia farsi amici i ciclisti e gli appassionati delle due ruote in generale.

Credits: Andrea Podorieszach e Sergo Ioan

IMG_4141 tn_001-IMG_3347 tn_001-IMG_3394 tn_001-IMG_3471 tn_001-IMG_3496 tn_001-IMG_3538 tn_001-IMG_3547

 

Qualche scatto della 3°edizione della “GF del PO” 

APPROFITTANE…

Per accontentare tutti i ciclisti che non sono riusciti ad approfittare della fantastica promozione dell’abbonamento, si è deciso di prolungarlo fino al 25 Aprile.

Pertanto chi ha già partecipato alla prima prova di Ferrara può estendere l’abbonamento alle altre tre prove al costo di 45€.

Lo stesso darà diritto ad uno sconto del 20% al GF Damiano Cunego di Verona.

gf pò-01

Dopo il successo della edizione del 2016, che ha visto la partecipazione di oltre 800 iscritti, la manifestazione è pronta a ripartire con grande entusiasmo e con una grande novità: la partenza dal centro storico di Ferrara all’ombra dell’imponente Castello Estense. Altra importante novità e l’inserimento della Granfondo del Po all’interno del circuito Romagna Challenge.
Sostanzialmente invariati i percorsi: lungo 134 km e il corto di 81 km. Caratteristica comune e unica nel panorama delle granfondo è la totale assenza di salite anche se la velocità ed il vento la rendono una corsa impegnativa e al tempo stesso un’ottima occasione per testare o affinare la preparazione 2017. 

Arrivo sempre sotto le mura di Ferrara dove ad attendervi ci saranno i prodotti tipici del territorio e un buon bicchiere di vino del Bosco Eliceo, vino che trova le sue radici nella sabbie della costa. Da quest’anno il pasta party sarà al Palapalestre con annesso docce e servizi igienici; un unico centro completo di tutti i servizi incluso parcheggio biciclette custodito e al tempo stesso facilmente raggiungibile in auto.

La sede della segreteria da quest’anno sarà la chiesa di San Giuliano in Piazza Castello che aprirà appositamente le sue porte a tutti i ciclisti. Qui si potrà ritirare il pacco gara, si potranno fare le ultime iscrizioni (ricordiamo però per chi si iscrive il Sabato e la Domenica non è garantito il pacco gara) e registrare il chip MySdam

La quota di iscrizione sarà € 35 fino al 24 Febbraio per chi si iscrive dal 25 Febbraio in poi € 40.

Per le società ogni 10 iscritti l’undicesimo sarà omaggio. Un occhio di riguardo è stato dato non solo a chi vuole vincere ma anche a chi vuole solo partecipare: premi di categoria, premi per il 100mo, il 200mo e ultimo classificato, premio per chi viene da più lontano e ovviamente per le squadre più numerose. 

La Granfondo del Po, prova dell’UNESCO CYCLING TOUR sposa appieno la filosofia del tour; infatti è un’occasione per mostrare l’imponenza e la bellezza del fiume più importante d’Italia. 

Un’occasione per vivere con entusiasmo e passione gli splendidi scorci naturalistici interrotti dal passaggio in piccoli borghi dove appassionati e non applaudiranno al passaggio dei ciclisti

Al centro di questo evento ovviamente non poteva non esserci Ferrara, che ospiterà i momenti cruciali della competizione ai piedi delle imponenti mura cittadine, patrimonio dell’Unesco

Partecipare alla Granfondo del Po è anche un motivo per venire a visitare sia la nostra splendida città, le sue vie medioevali, i suoi palazzi rinascimentali ed il suo antico castello ma anche tutti i territori circostanti: il suggestivo paesaggio del fiume che scorre a fianco del percorso, il Parco del Delta del Po che da Adria si spinge fino a Comacchio, la “piccola Venezia” con il suo famoso Trepponti. Da non dimenticare la tradizione culinaria che spazia dai cappellacci di zucca, alla salama da sugo, forse non indicata agli atleti, ai tipici dolci quali la tenerina e l’energetico pampepato. Ai prodotti della gastronomia si sommano la qualità e la genuinità dei prodotti delle nostre campagne, la nostra frutta e la nostra verdura.

A rendere ancora più interessante e ricco il week-end molti gli eventi previsti nei due giorni dedicati al ciclismo:


Si inizia
Sabato 4 Marzo in Piazza Castello dove sorgerà l’area expo con le ultime novità del ciclismo e con biciclette ed abbigliamento d’epoca. Da qui partirà La Furiosa, ciclostorica di Ferrara: i partecipanti con biciclette ed abbigliamento da corsa d’epoca partiranno alle ore 11.00 da Largo Castello e dopo essere passati sotto le antiche mura cittadine, si dirigeranno nella campagna estense. Ristoro alla Delizia del Belriguardo dove verranno offerti prodotti tipici.  Arrivo in città e buffet nell’imbarcadero. Partita La Furiosa per i più piccoli educazione stradale in collaborazione con la Polizia Municipale e possibilità di vedere e salire sul Pullman Azzurro della Polizia di Stato, aula scolastica multimediale. Sempre per i più piccoli un percorso “Gimkana” di MTB in Piazza Repubblica, difronte alla segreteria, con anche una “baby-cronometro”.

Al pomeriggio Baby Granfondo di beneficenza di 5 km per bambini dai 6 ai 14 anni in collaborazione con l’Onlus IBO Italia.

Domenica 5 Marzo apertura griglie alle ore 08.00 e alle ore 09.00 partenza da largo Castello della 3° edizione della Granfondo del Po che per uscire dalla città attraverserà il suggestivo Viale Cavour.
In centro proseguiranno le attività dedicate il
Pullman Azzurro e il percorso ”Gimakana” di MTB con “baby-cronometro”

Tanti motivi per venire a Ferra per il week-end: e chi prenota il soggiorno a Ferrara dal sito della Granfondo del Po visita della città gratuita, partenza in griglia di merito e tanti altri vantaggi da scoprire sul sito.

Per maggiori informazioni Clicca qui

gf pò-01

Gf Bra Bra Specialized: c’è anche il percorso corto.

Pollenzo (Cuneo) – L’imponente chiesa di San Vittore, che conferisce alla piazza di Pollenzo una notevole armonia d’insieme, e le due ali porticate che delimitano la piazza accoglieranno i partecipanti alla 25° edizione della Granfondo Internazionale Bra Bra Specialized Dalle Langhe al Roero, che si tiene sotto l’egida di Acsi Ciclismo, in programma Domenica 30 Aprile.

Lo spostamento della location a Pollenzo, centro molto amato da Carlo Alberto che tentò di realizzarvi la sua idea di architettura e arredo, per festeggiare le nozze d’argento della manifestazione con il mondo del ciclismo amatoriale, ha costretto gli organizzatori a ridisegnare l’ultima parte del tracciato della medio fondo che ha subito un leggero incremento del dislivello positivo (1978 metri lungo i 108 chilometri di gara) risultando un po’ più impegnativo rispetto a quello dello scorso anno.

La manifestazione inserita nel calendario gare del circuito Coppa Piemonte e dell’Unesco Cycling Tour è ormai da diverse stagioni un appuntamento irrinunciabile per gli appassionati delle due ruote, anche per coloro che alla data della manifestazione non hanno raggiunto un grado di preparazione ottimale.

Per favorire la partecipazione di questi ultimi il comitato organizzatore ha deciso di inserire in occasione del venticinquennale per la prima volta, novità assoluta, un terzo percorso più corto: Sessantasei chilometri e 1119 metri di dislivello positivo con tre principali salite da affrontare: La Morra km. 5,600 pend. max. 8%, Perno – Monforte km. 4,500 pend. max. 14 % e San Bartolomeo km. 4,900 pend. max. 8 %, giusto mix tra difficolta e divertimento per i meno allenati.

La prima parte del percorso corto è comune agli altri sino a Monforte d’Alba, dopo aver toccato i centri di Barolo, Castiglione Falletto (comune ricco di bellezze architettoniche come la chiesa di San Lorenzo e il castello). Il ritorno a Barolo, comune che da il nome al re dei vini Italiani, in cui ha sede il Castello dei Marchesi Falletti che ospitò anche Silvio Pellico, per affrontare la terza salita, quella di San Bartolomeo e attraverso Verduno raggiungere l’ambito traguardo.

I servizi offerti a chi opterà per il terzo percorso saranno comuni agli altri due percorsi, dal pacco gara ai ristori lungo il tracciato ed all’arrivo, dal sontuoso pasta party alle premiazioni finali.

Percorso granfondo. 159 chilometri e 2625 metri di dislivello positivo sono infine i numeri del percorso Gran Fondo, un tracciato anch’esso rivisitato nel finale con tanti saliscendi che metteranno a dura prova le gambe di coloro che hanno scelto questo percorso, prima dell’arrivo nella location reale di Pollenzo

ISCRIZIONI

Le iscrizioni online si possono effettuare attraverso il sito della manifestazione http://www.brabra.org o sul sito http://www.mysdam.net . La quota d’iscrizione promozionale, fino al 28 Febbraio, è di 40 euro; 45 euro dal 01 Marzo fino al 28 Aprile; 50 euro nel week end della gara.

Sottoscrivi qui il tuo abbonamento a Coppa Piemonte 2017

__________________________________________________________________________________________________

APPROFITTANE SUBITO!

4 GRANFONDO A 60€

Granfondo del Po, sport e turismo si incontrano a Ferrara

Due percorsi e una ciclostorica per la terza edizione della manifestazione

Schermata 2017-03-01 alle 17.15.44

“Abbiamo iniziato nel 2015 un po’ come una scommessa e non è andata male, considerando che il territorio non è dei più richiesti dai ciclisti che partecipano a questa tipologia di gare. Si svolge a inizio marzo quando la preparazione atletica è ancora agli inizi, quindi è apprezzata dai ciclisti che hanno voglia di iniziare: la nostra è la prima data nel calendario delle Granfondo italiane”. Con queste parole Simone Zannini, presidente dell’associazione Po River ha presentato la terza edizione della Granfondo del Po, che si svolgerà sabato 4 e domenica 5 marzo.

Molte le novità rispetto all’edizione precedente: la partenza delle gare sarà dal centro storico, dal Castello Estense, mentre il momento conviviale e di premiazione, dopo l’arrivo della gara in via Bacchelli, si terrà al Palapalestre.

Sostanzialmente invariati i percorsi, un lungo di 134 km e il corto di 81. La caratteristica di questa Granfondo, come sottolineava Zannini, è che è svolta totalmente in piano, anche se la velocità ed il vento tendono a renderla comunque impegnativa. La quota dell’iscrizione sarà di 40 euro per chi si iscrive dopo il 25 febbraio e le iscrizioni saranno possibili anche la mattina stessa della gara presso la segreteria di via Garibaldi 1-1/A.

Per domenica 5 marzo sono attesi dagli organizzatori circa 1000 partecipanti e questo comporterà la chiusura di alcuni tratti stradali nei comuni coinvolti dalla gara: Ferrara, Pontelagoscuro, Polesella, Ro Ferrarese, Coccanile Cesta, Cologna, Alberone, Zocca, Malborghetto di Boara, Guarda Veneta, Crespino, Villanova Marchesana, Papozze, Bottrighe, Corbola, Ariano nel Polesine, Ariano Ferrarese, Berra, Guarda.

Si parte quindi sabato 4 marzo in piazza Castello dove sorgerà l’area Expo con stand in cui si potranno vedere e aquistare le ultime novità del ciclismo e biciclette e abbigliamento d’epoca. Da qui partirà alle 11 la ciclostorica “La Furiosa”, presentata dallo speaker storico del Giro d’Italia degli anni ’80 Luciano Boccaccini, in cui i ciclisti indosseranno abiti d’epoca e utilizzeranno biciclette storiche. Sono previste soste gastronomiche a Masi San Giacomo alla Delizia del Belriguardo e pranzo finale negli Imbarcaderi del Castello Estense.

“Si è da subito evidenziata la portata turistica legata allo sport e siamo entrati nel circuito di Unesco cycling tour e siamo nel Romagna challenge, il più importante circuito regionale e uno dei più importanti a livello nazionale”, ha proseguito Zannini. Molti gli eventi collaterali legati alla gara, che si svolgeranno nel centro storico: per tutto il weekend sarà presente il “pullman Azzurro” della Polizia di Stato, un’aula scolastica multimediale in cui si parlerà di sicurezza stradale, e laboratori meccanici per mantenere sempre in sicurezza il proprio mezzo che si svolgeranno in piazza Repubblica dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 15 alle 17,30 . Dedicate ai più piccoli anche la gimkana in piazza Repubblica e la Baby Granfondo, un percorso di 5 km aperta ai bambini dai 6 ai 14 anni, organizzata da Ibo Italia, a cui sarà devoluto il costo dell’iscrizione di 5 euro.

Per chi non partecipa alla gara sono previsti per domenica 5 marzo percorsi cicloturistici guidati alla scoperta di Ferrara, con partenza alle ore 9,30 dal Ferrara Store con la possibilità di noleggiare la bicicletta.

“È importante arricchire il nostro calendario con iniziative anche nei mesi di gennaio, febbraio e marzo che sono per una città d’arte quelli meno di richiamo, così come stiamo cercando di lavorare non solo sulle attività classiche di Ferrara come città d’arte e di cultura ma anche su altri tipi di turismo, quello sportivo in particolare – ha affermato l’assessore alla cultura e al turismo Massimo Maisto -. La decisione di allungare a due giorni l’evento serve a fare in modo che le persone si possano fermare a dormire in città e ne apprezzino a pieno la bellezza. Le nostre attività devono piacere ai turisti ma in primo luogo a noi ferraresi ed essere eventi di qualità”. Della stessa opinione è l’assessore allo sport Simone Merli: “Questo evento, come anche la maratona, hanno alla base la passione per lo sport ma portano in città molte risorse economiche perché creano un popolo di famiglie che si sposta, chi per la gara, chi per vedere la città, quindi è da parte nostra un investimento su entrambi gli ambiti, che risultano alla fine strettamente collegati”.

ABBONATI SUBITO ALLE 4 GARE DEL CIRCUITO (Ferrara,Bra, Cividale e Urbino) CON SOLO € 60.
CLICCA QUI

L’ABBONAMENTO DA DIRITTO AL 20% DI SCONTO ALLA GRANFONDO DI VERONA

Bra Bra – Nuova data Comunicato Ufficiale

Bra Bra – Nuova data Comunicato Ufficiale

COMUNICATO UFFICIALE Si comunica che La 24° edizione della “BRA BRA SPECIALIZED” prevista per il 1° Maggio 2016 e rinviata causa maltempo, sarà recuperata Domenica 19 Giugno 2016. Le iscrizioni sono riaperte fino al 17 Giugno alle ore 12.00 al costo di € 40,00, il 18...
Aperta la campagna abbonamenti 2016

Aperta la campagna abbonamenti 2016

Aperta la campagna abbonamenti dell’Unesco Cycling Tour. Quattro prove, si parte a Ferrara e si chiude a Verona. Unesco Cycling Tour, sinonimo di ciclismo e granfondo in mezzo a paesaggi unici e da ammirare. Anche quest’anno viene riproposto questo spettacolare...
UCT 2015 chiude la stagione con un bilancio positivo

UCT 2015 chiude la stagione con un bilancio positivo

L’Unesco Cycling Tour 2015 chiude la stagione con un bilancio positivo e guarda al 2016 con gli stessi obiettivi e un calendario già pronto. Appuntamento al 16 gennaio prossimo per le premiazioni del circuito. L’Unesco Cycling Tour chiude la stagione 2015 con molti...