Lasciati tentare dal Diavolo del Ponte, iscriviti alla Corsa per Haiti nelle Valli del Torre e Natisone

Cividale del Friuli (Udine) – Un piccolo e grazioso borgo incastonato ai confini del nord-est italiano e dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco, Cividale del Friuli, è lo sfondo ricco di storia e di fascino da cui inizia il viaggio di Rebecca Carinci, classica ragazza di provincia, un po’ belloccia, un po’ sentimentale, un po’ ingenua, un po’ testarda, i cui sogni giovanili si sono scontrati violentemente contro una cruda realtà fatta di imprenditori senza scrupoli, viziosi superiori, avvocati rampanti, banche sanguisughe, frati inquietanti e trafficanti internazionali. Una discesa agli inferi apparentemente senza fine che la porterà ad abbassare drasticamente il proprio senso del limite e del lecito pur di trovare una via di fuga.

Questa la trama del romanzo noir Il Ponte del Diavolo scritto da Alberth Mayhem, pseudonimo di Alberto Misano, ambientato a Cividale del Friuli, sfondo ricco di storia e di fascino, punto di partenza dell’itinerario longobardo in Italia, da cui domenica 12 maggio 2019 inizierà il viaggio alla scoperta della 27° edizione della Corsa per Haiti nelle Valli del Torre e Natisone, terza prova del circuito Unesco Cycling Tour.

Tre percorsi che si snodano lungo le valli del Natisone e i luoghi della Grande Guerra in cui il sangue delle vittime si è mescolato all’arida terra, alla sofferenza di chi ha dovuto più volte ricominciare a vivere, grazie alla determinazione e al forte carattere che contraddistingue i friulani. Segni distintivi anche di coloro che svolgono quest’attività sportiva spinti da passione e voglia di vincere per emergere, ma anche di un comitato organizzatore che dà vita all’evento sin dal 1993 per condividere alcuni progetti da realizzare ad Haiti, repubblica a cui il presidente della società organizzatrice Sante Chiarcosso è particolarmente legato.

La Corsa per Haiti nelle Valli del Torre e Natisone è il primo di cinque eventi sportivi che vengono organizzati ogni anno per finanziare il progetto Kay: insieme nella gioia, un progetto nobile che merita il pieno sostegno del popolo delle due ruote.

E allora lasciati tentare dal Diavolo del Ponte, partecipa alla Corsa per Haiti nelle Valli del Torre e Natisone. Un evento che coinvolge tutta la famiglia. Cividale è una località che ha sviluppato e mantenuto intatta nei secoli un’impronta nobile e austera, degna di una capitale dalla grande importanza strategica, segnata e arricchita dal passaggio di popoli stranieri.

Oltre al Ponte del Diavolo è possibile visitare il Museo Archeologico Nazionale che ospita la Mostra Longobarda. Il Museo Cristiano adiacente al Duomo, in cui è conservato il Battistero ottagonale di Callisto e l’Altare del Duca Rachtis. Il Tempietto Longobardo, il Monastero di Santa Maria in Valle, l’Ipogeo Celtico, il Castello Canussio, il Museo della Grande Guerra, il Palazzo Comunale, la Casa Medievale e le Farie Geretti.

Le iscrizioni alla manifestazione si effettuano attraverso il portale della società Endu e la quota di adesione è di 30 euro sino 7 gennaio 2019

Potrebbero interessarti anche...