Granfondo del Po: un evento dedicato alla famiglia


… la gloria tua salirà tanto

ch’avrai di tutta Italia il pregio e ‘l vanto” scriveva Ludovico Ariosto nell’Orlando Furioso, parlando di Ferrara.

Al riparo da possenti mura, Ferrara accoglie i visitatori compiacendoli con il fascino e l’atmosfera del suo centro storico, di una tradizione enogastronomica gelosamente custodita e la vocazione per la bicicletta.

La città storica viene infatti considerata come un’unità urbanistica che privilegia l’integrazione della componente ciclistica, mentre per l’esterno-città sono state realizzate apposite piste ciclabili che consentono di raggiungere numerosi quartieri periferici.

In questo straordinario contesto nasce quattro anni or sono la Granfondo del Po, evento che anche nella prossima stagione, domenica 24 marzo. aprirà l’Unesco Cycling Tour, il circuito che raccoglie e promuove le granfondo che si tengono in alcuni delle città e siti italiani Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Due straordinari percorsi che si sviluppano lungo gli argini del maestoso fiume Po, offriranno agli appassionati di ciclismo e in particolar modo di granfondo l’opportunità di pedalare su tracciati veloci che non presentano particolare difficoltà altimetriche. L’occasione ideale per testare il proprio grado di preparazione.

Il percorso della Mediofondo, 83 chilometri è speculare a quello della prova regina, la Granfondo, sino a Polesella, poi coloro che opteranno per questo tracciato raggiungeranno Ro Ferrarese, per raggiungere Coccanile, Cologna e Alberone prima di ritornare a Ro Ferrarese e tornare a Ferrara per l’epilogo della prima prova.

Il percorso lungo misura 133 chilometri e i ciclisti giunti a Polesella, proseguiranno verso Guarda Veneta, Corbola, Ariano nel Polesine per inserirsi nella seconda parte del circuito corto a Cologna e tornare a Ferrara.

Un evento dedicato alla famiglia, vivendo intensamente le numerose iniziative collaterali che il comitato organizzatore sta programmando per la nuova edizione. Confermato il Palapalestre come location della manifestazione, sabato 23 marzo saranno i bambini ad animare Piazza Trento e Trieste partecipando ai diversi appuntamenti a loro riservati: Bimbi e Bici la gimkana.

Il Pullman Azzurro della Polizia di Stato si trasformerà invece in un’aula scolastica multimediale itinerante dove i poliziotti della Stradale diventano “maestri di sicurezza” per i più piccoli. Giochi a tema, filmati e cartoni animati per imparare giocando le regole della sicurezza stradale.

Alle ore 11 la partenza della ciclostorica in libera escursione La Furiosa, che porterà i partecipanti a percorrere i 55 chilometri tra strade bianche ed asfaltate nelle terre degli estensi. Durante la pedalata ai partecipanti verrà offerto un ristoro in una delle delizie degli Estensi, poi il buffet a base di prodotti tipici locali, all’interno degli imbarcaderi del Castello Estense.

Domenica mattina intensa per gli appassionati di ciclismo ferraresi, alle ore 9 la partenza della Granfondo del Po all’ombra del Castello Estense e l’arrivo in Via Bacchelli. Alle 9,30 la visita guidata alla città di Ferrara e la riproposizione della gimkana per bambini. Docce, pasta party e premiazione presso il Palapalestre.

Da quest’anno arrivare a Ferrara è ancora più invitante. Se prenoterete uno dei Granfondo del Po Hotel Partner tramite Link Tours(agenzia partner dell’evento) avrete incluso nel pacchetto:

– Partenza dalla griglia rossa

– Iscrizione agevolata a € 25

– Riduzione sull’iscrizione alla ciclostorica “La Furiosa” di € 10

– Visita guidata della città per l’accompagnatore la domenica mattina (in caso di 2 ciclisti riceverete 2 bottiglie di vino del territorio)

 

 

 

 

Credit photo: AlejandroVentura – sito Granfondo del Po

Potrebbero interessarti anche...